Tappa 13 Palinuro / Ceraso

13Una tappa tutto sommato semplice quella di oggi, con i primi 13 km vista mare e i successivi che vi riporteranno verso l’interno, in direzione del piccolo centro di Ceraso. Lungo il vostro percorso incontrerete l’incantevole Pisciotta, situato a mezzacosta, su di un’altura dominata dal grande Palazzo Marchesale. Val la pena fermarsi in una delle sue caratteristiche piazzette a bere qualcosa o fare scorta di frutta sulle bancarelle lungo la strada, prima di prendere la Via che vi riporterà verso l’interno. Il primo centro abitato che s’incontrerà sarà Rodio, posto a pochi chilometri dalla costa in linea d’aria, ma sorprendentemente distante da essa dal punto di vista percettivo per via della Tartana, collina che delimita a sud la stretta valle in cui sorge il paese e che chiude la vista al Tirreno. Si lascia Rodio su di un’impegnativa salita che scollina nei pressi di un bivio; di qui si gira a sinistra in direzione di Catona. Superata Catona, si continua per Terradura ma ancor prima di raggiungere il paese, la Via gira a destra e risale fino al paesino di Santa Barbara, sorto attorno ad una chiesa attestata sin dal 977 e attribuita a monaci greci, forse in fuga dalla Velia medievale, per la malaria e la paura degli assalti pirateschi. Pochi chilometri ancora e si è a Ceraso, luogo di conclusione della tappa. La parte più vecchia di questo borgo è il rione “mpieri Ceraso” (ai piedi di Ceraso) dove è anche ubicata la Chiesa di San Nicola di Bari. Altri edifici di rilevanza storica sono i palazzi “Lancillotti” e “Di Lorenzo”. La tappa può anche essere conclusa appena un paio di chilometri oltre, nei paesini di Massascusa o San Biase, frazioni di Ceraso.


Fatal error: Class 'Hits' not found in /web/htdocs/www.laviasilente.it/home/en/wp-content/plugins/wp-statistics/wp-statistics.php on line 258